Principi della produzione organica
Sistemi biologici
La produzione organica richiede un approccio pianificato.
Ogni singola azienda sviluppa un proprio sistema integrato, sulla base delle proprie circostanze particolari e da noi preventivamente approvato.

 Il sistema approfondisce quali le caratteristiche del suolo, i pascoli e le esigenze delle colture, del bestiame e l’alloggio.
Il documento di sistema “Produzione Organica” e gli altri della serie Biodinamica, inizialmente è adattato quindi su standard definiti dall’Istituto JAGER. Le norme indipendenti possono contenere modificati o avere requisiti supplementari.

Basati sul suolo
La base della produzione organica è un alimento sano, terreni biologicamente attivi, con una buona riserva di materia organica, in grado di fornire elementi nutritivi per la produzione di erba, piante e verdure.
Ciò significa lavorare il terreno con materiali che possono essere suddivise per i microrganismi del suolo al rilascio di sostanze nutritive delle colture.
In pratica, questo comporta lo sviluppo di colture, dei pascoli e delle rotazioni insilati per non sfruttare eccessivamente le riserve di nutrienti del suolo, mantenendo così la fertilità del suolo.

Sostenibilità e l’autosufficienza
La produzione organica non è solo produzione a basso input, ne è un ritorno alla vecchia produzione. La produzione organica è una combinazione di:
- Zootecnia di qualità superiore e di gestione
- Uso di macchine e adeguate tecnologie moderne

Dedizione e competenza
Una fattoria produttiva organica svilupperà un sistema che è in gran parte auto-sufficiente, molte delle necessità vengono spesso acquistati in aziende agricole convenzionate, dando senso in termini di sviluppo, di un sistema sostenibile.

Con la produzione organica certificata e quindi seguendo gli standard organici e biodinamici, si ottiene un prodotto a tutela e valorizzazione dell’ambiente, prevenzione dell’inquinamento mantenimento degli habitat e delle specie di fauna selvatica, pascoli ricchi, permanenza di caratteristiche paesaggistiche.

Adriano Scrivo

Ammistratore Gruppo Asmedia