E’ un po difficile trattare temi come covid, coronavirus ed influenza senza qualcuno storci il naso. Ma non possiamo trattenerci nel parlare della naringenina della Sapienza, Università in Roma.

Naringenina e studio medico anticovid

In questo periodo non si fa altro che parlare del vaccino contro il covid 19, dovrebbe arrivare presto, nei primi giorni del 2021. Sono due o tre le aziende occidentali che si sono esposte alla vendita e diffusione tra qualche mese, mentre la Cina si dice pronta con 600 milioni di dosi già disponibili, anche la Russia è pronta.
Questa premessa sui vaccini è fondamentale in quanto dalla università in Roma, La Sapienza, ci comunicano negli ultimi giorni di Ottobre 2020 che la naringenina, un flavonoide naturale, ha capacità inibitorie su tutti i coronavirus, la sars-cov, il covid 19 e altre sindrome influenzale. La naringenina e lo studio medico anticovid non ha lo stesso effetto del vaccino tra gli organi di governo e di informazione. Tutti accentrati sul vaccino che forse avremo e forse l’avranno tutti, e forse gratis.

Bergamotto, naringenina e covid.

Ecco adesso esponiamo il perché la nostra produzione organica si occupa anche della naringenina, questa strana che dovrebbe aiutarci a non aspettare un vaccino e magari anche ad evitarlo. La naringenina della Università La Sapienza in Roma è presente nel bergamotto, tantissima più che in ogni altro agrume, escluso il pompelmo, ma lo evitiamo per la nomea di blocca farmaci. Il bergamotto in produzione organica e nella versione secca, ha molta naringenina, il flavonoide utile per inibire il covid 19. La valutazione della presenza di naringenina ne l’estratto secco di bergamotto AICAL, a marchio Bergastatina, è stata esposta già nel 2017, ma all’epoca non ci occorreva contro il covid.

Il bergamotto contro l’influenza.

Il nostro caro agrume che cresce e matura nella Calabria jonica reggina con 350 flavovidi, di cui alcuni propri, ovvero solo del bergamotto, si trova nel bel mezzo di una nuova valutazione rispetto l’assunzione medica. Il bergamotto è già insostituibile:

- nei rimedi delle problematiche cardiovascolari, colesterolo e glicemia
- ha statine proprie naturali che non causano/danno controindicazioni
- ci sono studi medici internazionali che lo includono nelle applicazioni contro cancro e nella steatosi epatica

… adesso si scopre che ha il valore più alto fruibile in natura di naringenina per bloccare ogni sindrome influenzale, anche il covid 19.

Bergamotto, un vero portento della natura, in produzione organica.

In questo articolo ci soffermiamo solo nel prodotto Bergastatina, realizzato in ambiente “produzione organica”. La Bergastatina ha disciplinari di produzione propri e viene commercializzata dalla San Antonio AICAL.